Abitazione su due livelli. Materiali inusuali per il Restyling d’interni

Il progetto realizzato dell'Architetto Pierfrancesco Arnone riguarda un'abitazione su 2 livelli, dove il comune denominatore è l'iterazione con gli elementi strutturali e gli arredi progettati

Come nella maggior parte dei progetti dell’Architetto Pierfrancesco Arnone, gli interni contengono degli elementi di arredo funzionali che caratterizzano la casa cercando di cogliere il carattere del cliente e trasferendolo in elementi progettati. Per tanto questi ambienti destinati a 2 ragazzi abituati a viaggiare, contengono elementi realizzati con materiali inusuali come tavole di scarto in legno laccato, rivestimento in lamiera di acciaio micro lavorata, marmi ricercati come la pietra lavica del Vesuvio e ardesia foglia d’autunno

L’elemento principe è la scala di collegamento tra i due piani, tinteggiata bianca in contrasto con la parete di fondo nel colore verde ottanio, è auto portante, posta di fronte l’ingresso, divide virtualmente l’ambiente living dalla zona pranzo. Il living è caratterizzato da una parete attrezzata costituita da tre contenitori il cui particolare sta nel pannello anteriore realizzato con tavole di scarto semplicemente laccate, un intervento progettuale economico ma studiato per riprendere le linee di luce, così come il bio camino e la colonna porta bottiglie in pietra lavica del Vesuvio, lavorata su mio disegno

Sulla parete opposta un altro elemento verde, naturale e di forte impatto scenico, un arredo in pannelli Moss Tile di Benetti. Completano il tutto un tavolo basso in massello di legno e vetro ed una coppia di divani in tinta di grigio come il pavimento e la pietra lavica. Per la zona pranzo su progetto dell’Architetto un tavolo in legno fresato laccato e rivestito in resina per richiamare il design dei contenitori nel living, mentre le sedie sono le note Panton Chair di Vitra nel nuovo colore Chartreuse che richiama il volume contenente il bagno e la cucina

Il bagno, con porta filo muro dove viene esaltata la maniglia Link disegnata dall’Architetto per Officine Mandelli 1953, ha un altro particolare progettato, il lavello freestanding che richiama una coppa da cocktail irrorata da un tubo in acciaio collocato a soffitto con comando infrarosso. La parete che avvolge il bagno e in acciaio micro lavorato di Steelcolor. Il piano superiore si divide in tre ambienti, 2 camere da letto con bagno e una più piccola adibita a zona lettura, per ascoltare musica o lavorare

Una delle due stanze da letto ha un concept open, la vasca da bagno/ doccia e il lavello sono a vista mentre i sanitari sono opportunamente nascosti dietro una parete di vetro laccato e specchio, dettagli importanti per dare maggiore luminosità all’ambiente. La testata del letto e i comodini sono realizzati con lo stesso legno di scarto utilizzato nel living ma con diverso design e laccati bianchi. Degno di nota il porta salviette laterale, ricavato dal piano di appoggio in ardesia verde per il lavello Laufen. La seconda stanza da letto ha una tinteggiatura a strisce larghe nei colori argento e blue che danno eleganza e versatilità allo spazio

In entrambi i bagni sono stati progettati volumi realizzati in ardesia, verde per il primo e foglia di autunno per il secondo, prodotti ricercati così come il pavimento del secondo bagno realizzato in grès e fughe in ardesia. I clienti hanno trovato particolarmente interessante lo specchio sabbiato e retroilluminato che raffigura i più alti grattacieli al mondo, una idea che mira a sviluppare il brief con la committenza e ampliare gli spazi

In un progetto di interior un ruolo fondamentale lo ha l’illuminazione, curata nei dettagli, dove ho usato un sistema filo contro soffitto della Panzeri, risultato molto efficace in termini di luminosità e che mi ha permesso di creare un segno luminoso continuo su parete/soffitto ed avere tutta luminosità indiretta. Lo stesso vale per i bagni e il porta bottiglie in pietra lavica, dove in 16 mm é stato nascosto un led che mi permette di illuminare con luce indiretta, mentre per la stanza dedicata alla lettura ho ricavato dal contro soffitto 3 volumi dove sono stati innestati dei faretti a binario che illuminano in maniera puntiforme o diffusa l’ambiente. Anche l’ingresso ha il suo valore aggiunto con il sistema Uso di Flos, inserito nel contro soffitto. Nel complesso l’ambiente si connota per uno stile moderno non esasperato con colori caldi e accoglienti ricco di dettagli progettati ad hoc, rispecchiando le esigenze della committenza

GALLERY

Residenza
Interior
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Tipologia: Residenza
Klimahouse 2019 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250