ARCHITETTURA | Situata sulle montagne rocciose alla periferia di Tepoztlán, questa architettura, progettata dallo studio Cadaval & Solà-Morales, reinterpreta la durezza della pietra, rendendo lo spazio confortevole, grazie alla compenetrazione della natura

Forma avvolgente e compenetrazione della natura, attraverso grandi aperture, definisco il progetto di questa villa ideata dallo Studio Messicano Cadaval & Solà-Morales, dove la durezza della pietra delle montagne rocciose viene reinterpretata e modellata.

Pietra ed estetica necessaria
La distribuzione della casa nasce dalla naturale richiesta di realizzare una costruzione usando la pietra come materiale di base. La decisione non risponde necessariamente a ragioni estetiche se non al fatto di essere un materiale comunemente usato nell'area oltre che per il suo basso livello di manutenzione e costo. Questa “necessità” del progetto è accolta come una sfida sia strutturale, che tipologica ed estetica.

Acqua e vegetazione protagoniste
La Casa Ma si trova alla periferia di Tepoztlán, una piccola città pittoresca di origini preispaniche, diventata successivamente centro coloniale. Situata a circa 60 km da Città del Messico, Tepoztlan è caratterizzata da giornate soleggiate e temperate miti durante tutto l'anno e dalla una natura rigogliosa. L'acqua è protagonista nella stagione delle piogge, quando la vegetazione mostra l'intensa vitalità della natura.

Esercizio volumetrico
Il progetto nasce dalla ricerca di uno spazio luminoso, spazioso e confortevole, costruito con un materiale a priori duro e scomodo, come la pietra. Affacciata su due catene montuose opposte da un lato, e ai vicini dall’altro, la casa è un esercizio volumetrico: aprire la vista e le aree principali alle montagne e ridurre al minimo le aperture ai lati. Per questo si definisce un cortile centrale e aperto, fessura che segna l'accesso alla casa.

Quadrato come limite
Tuttavia, non è una casa con patio. Costruita con un cortile centrale attorno al quale vengono prodotte tutte le circolazioni e tutte le relazioni, il suo funzionamento è sviluppato attraverso il perimetro esterno; la casa è un susseguirsi di spazi con usi diversi, che traccia il limite di un quadrato regolare. Una successione di spazi aperti e chiusi si sovrappone a questa continuità di circolazioni regolari e perimetrali; gli spazi esterni, i cortili coperti, intersecano il volume in diagonale e rompono con la rigidità dell'operazione perimetrale.

Non si percepisce la fine se non da fuori, gli spazi che si susseguono e che si sovrappongono senza chiudersi, guardando sempre verso lo spazio naturale esterno, regalano un senso di libertà che si pone in contrapposizione con la forma rigida e la pietra dura.

Fotografie: Sandra Pereznieto

Articoli

Progettista

Cadaval & Solà-Morales
Cadaval & Solà-Morales è stata fondato a New York nel 2003 e nel 2005 si è trasferita a Barcellona con un ufficio satellite a Città del Messico. Nella filosofia dello studio la ricerca è una parte importante del processo di progettazione.Ll’obiettivo è trovare soluzioni intelligenti per scale di lavoro molto diverse.