Shopping Design a Parigi. Il nuovo Atrio nel Centro Commerciale

Un rinomato centro commerciale situato al Boulevard Haussmann di Parigi, in Francia. Printemps ha continuato a rivoluzionare i modi di fare shopping dal 1865. Lo studio UUfie introduce un nuovo atrio comune ricco di design e fascino

Un rinomato magazzino situato al Boulevard Haussmann di Parigi, in Francia. È stata fondata nel 1865 da Jules Jaluzot e Jean-Alfred Duclos

Printemps ha continuato a rivoluzionare i modi di fare shopping. E ‘stato il primo grande magazzino a utilizzare elettricità, ascensori e introdotto l’ammodernamento di opere di architettura, come una scala a chiocciola massiccia e una cupola alta 42 metri. Nel corso degli anni, diversi progetti di ricostruzione dovevano aver luogo per ricostruire fuochi disastrosi e molte delle sue caratteristiche architettoniche originali sono state rimosse. Anche se nel 1972 il nipote del fondatore è riuscito a reinstallare la grande cupola. Da allora, sia la cupola e la facciata in stile Art Nouveau sono registrati come monumenti storici

L’obiettivo era quello di introdurre un nuovo atrio che consentisse ai visitatori di vedere tutti i livelli. Di conseguenza, facilitare il movimento verticale e creare un punto di riferimento che sarebbe conforme alla qualità dell’istituzione. Nel gennaio 2017 è stato realizzato un nuovo spazio che si estende verticalmente dal piano terra più basso fino al IX piano

Una cupola verticale penetra nel cuore dell’edificio, pesa 24 tonnellate, ma sembra galleggiare di fronte alla circolazione verticale con un pavimento in vetro e un soffitto a specchio. È alto 25,5 metri e largo 12,5 metri, composto da pannelli in alluminio verniciato bianco perforato con circa 17.200 aperture a forma di petalo che rivelano uno strato di vetro Dichroic. Il vetro Dichroic cambia i colori in base all’angolo di vista della gente che dà una qualità iridescente. Il sollievo floreale creato da due strati di superficie in alluminio è un’interpretazione delle immagini trovate nella vetrata storica. Trasferito in un modello ripetitivo che viene poi randomizzato per formare la fiamma di colori sulla superficie bianca

La geometria del velo è concepita collegando i quattro angoli del vuoto con semplici curve in piano e in altezza. Una combinazione di pannelli curvati bidimensionali dà la forma complessiva al velo pieno. Un assemblaggio preciso consentiva il perfetto controllo delle giunzioni tra ciascun pannello. Sul lato opposto del velo è una parete a specchio a senso unico che nasconde dodici scalatori di nuova installazione. Crea una riflessione che completa la simmetria del velo e dà l’aspetto di un vuoto allargato

I visitatori si avvicinano allo spazio attraverso un vestibolo scuro che porta alle scale mobili dietro lo specchio a senso unico. Tra il 4 ° e il 8 ° piano, un’apertura nella parete a specchio a senso unico dà una vista libera del velo. La progressione attraverso gli spazi offre prospettive e momenti diversi per sperimentare il gioco in continuo mutamento della luce e del colore nel vuoto. Agendo come la spina dorsale dell’edificio principale, trasmette l’energia ai differenti concetti di vendita al dettaglio su ogni piano e fa parte della storia dell’edificio al presente

Per negoziare i vincoli dell’edificio esistente e la regolazione rigorosa del fuoco, si è rivelato uno spazio simbolico ed espressivo di ingegnosità in architettura e ingegneria

GALLERY

Francia
Commerciale
Architettura