Texture naturale per l’Arredo che nasce dal bosco. La Natura diventa eterna

Lo studio alcarol, dell’Architetto Andrea Forti e dell'Artista Designer Eleonora Dal Farra, studia l’ecosistema delle foreste e il decadimento del legno infetto da funghi. Il disegno realizzato è una preziosa texture naturale dell’arredo

Lo studio alcarol, dell’Architetto Andrea Forti e Artista Designer Eleonora Dal Farra, ha approfondito le fasi finali del ciclo di vita di un albero della foresta che attrae organismi specializzati, funghi che attaccano il legno abbattendo lo strato di lignina duro che lo protegge. Questi colonizzatori cercano le risorse facendo crepe nella pelle esterna dura e modificando il durame in modo che possa essere assimilato da altri alimentatori

Le foreste sono l’ecosistema terrestre dominante. La loro biomassa è la più antica fonte di energia rinnovabile utilizzata da quando i nostri antenati impararono il segreto del fuoco. Gran parte di questa biomassa si accumula sotto terra come detrito vegetale parzialmente decomposto. Il suo decadimento è un chiaro esempio di energia trasformatrice della natura, ed è tutto intorno a noi. Non sempre i funghi crescono quando un albero muore e non colpiscono allo stesso modo le specie di albero. Durante i mesi invernali i funghi restano inattivi fino alla prossima primavera. Con lo scioglimento del ghiaccio cominciano a riattivarsi grazie all’acqua e all’umidità del sottobosco

I progettisti passeggiando nei boschi delle Dolomiti italiane hanno selezionato alberi morti e tronchi abbandonati con le popolazioni native di funghi, tagliando le tavole conservano i bordi naturali. Uno degli effetti in circolazione delle prime fasi del decadimento del legno è la texture di funghi all’interno della struttura

Affascinanti creazioni dei funghi sono le linee scure di mappatura, che assomigliano ad una libera forma d’arte disegnata con una penna stilografica. Queste linee di zona sono demarcazioni di pigmenti costruiti dalle colonie fungine per proteggere i loro territori da parte di potenziali concorrenti funghi. Il processo di decadimento del legno colpito dai funghi è sempre unico. Non esistono due pezzi uguali, perché non c’è il tempo preciso, il luogo e le condizioni ambientali per la sua genesi

Quando la sega ha terminato il suo lavoro gli occhi possono vedere il mondo nascosto della natura, a volte semplicemente incredibile. I piani di sezione – attraverso il tatto, la vista e l’olfatto – consentono di trascendere la percezione ordinaria di un luogo, scoprire la meraviglia di trasformazione intima della natura

Prima dell’inizio della fase degenerativa, e prima che il legno si dissolva nell’ecosistema, il materiale è sottoposto ad una serie di trattamenti conservativi. Con l’obiettivo di catturare l’istante di metamorfosi funginea alla fine del ciclo di vita dell’albero, alcarol impiega processi sperimentali di conservazione della materia prima esattamente come appare nel suo habitat originale, e gli dà una nuova vita prima che vada sprecato

I bordi in tensione in legno naturale sono congelati dallo studio alcarol, in una speciale resina extrachiara simile al ghiaccio invernale che blocca l’attività fungina. La bellezza transitoria della Natura diventa eterna

GALLERY