Una foresta di Mata Atlântica a São Paulo. Tra paesaggio e architettura

Un nuovo parco progettato da Balmori Associates alle torri corporative di São Paulo celebra la biodiversità e la ricchezza spaziale della foresta di Mata Atlântica nel tessuto urbano fitto di San Paolo

Situato nel quartiere affluente di Vila Olímpia, il parco e le torri di uso misto progettate da Balmori Associates, gli architetti Pelli Clarke Pelli e l’Atelier 10 su un sito di 3,84 ettari (9,48 ettari) hanno aperto l’estate del 2017. Nel 2009, la squadra aveva vinto un concorso internazionale invitato. Il programma ha richiesto due torri commerciali a 30 piani con uffici, centro congressi, caffetteria e ristorante e un vasto panorama. La strategia paesaggistica di Balmori Associates è quella di esporre i tesori della Mata Atlântica ei suoi ricchi benefici ecologici; creare un ecosistema continuo, integrando paesaggio e architettura

Storicamente, l’intera costa del Brasile era occupata dalla Mata Atlântica, nota anche come foresta atlantica. E ‘stato uno degli ecosistemi più sani del mondo, che rappresenta l’8% delle piante terrestri

In una città car-centrica, un percorso pedonale di 1 km unifica l’intero sito che collega il marciapiede, la foresta, le piazze degli edifici, la terrazza del ristorante, i giardini topografici e il giardino sul tetto. Le sezioni del ciclo sono un percorso di metallo perforato elevato che ha trasformato il marciapiede stretto in un’esperienza unica di camminare nelle baldacchine degli alberi. Altre sezioni sono evidenziate in contrasto con i graniti brasiliani: Red Dragon in un campo pixelato di Rosa Beatriz e Preto

Balmori Associates ha trovato molteplici opportunità per integrare paesaggio e architettura. La superficie continua verde segue il ritmo spaziale, le altezze e gli schemi della foresta mentre si intrecciano sul sito in giro e attraverso le due torri che costituiscono il programma architettonico. Il piano terra si alza in una serie di terrazze vegetali progettate per formare l’edificio di comodità. Il giardino delle isole piantate curati i collegamenti visivi tra la lobby e la foresta delle torri

Una parte vitale dell’integrazione tra paesaggio e architettura è stata la strategia di gestione dell’acqua sviluppata con Atelier 10 e Pelli Clarke Pelli. La vegetazione nativa, compresa bromeliads Bromeliaceae e epifite, è stata utilizzata per la sua bassa domanda di acqua. Per ridurre il deflusso dell’acqua, aree permeabili sono state aumentate utilizzando una grata metallica perforata per il percorso elevato. I suoli naturali sono stati selezionati per la loro ritenzione idrica. L’acqua piovana viene raccolta e riutilizzata per raffreddare le torri e irrigare il paesaggio rigoglioso in tutto il sito. Le fontane – la cui acqua viene riciclata e riutilizzata nel gabinetto – contribuiscono con la fitta vegetazione ad un fresco microclima. Di nuovo a Sao Paulo pochi mesi dopo la fine della costruzione, Javier González-Campaña, partner di Balmori Associates, ha commentato: “È impressionante quanto velocemente crescano le piante. I visitatori godono degli spazi all’aperto per lavorare o pranzare all’ombra degli alberi dalla musica delle fontane”

GALLERY

Urbano
Architettura
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: São Paulo, Brasile
Tipologia: Urbano
Arkitecture ADV 03 - 300x400

NEWS

Klimahouse 2019 - 300x250