Verde e Architettura in equilibrio perfetto. Villa e giardino dalla geometria contrapposte

Architetture moderne e spazi verdi lussureggianti coesistono in un equilibrio perfetto e si valorizzano reciprocamente. La villa nasce con un profilo fortemente geometrico, il giardino fa da contraltare con linee morbide e naturali

La villa nasce con un profilo fortemente geometrico, disegnata tra angoli e spigoli, con una torre cilindrica centrale. I muri bianchi si intervallano con coperture color rame e grandi vetrate, identificando uno stile moderno e ordinato

Il giardino disegnato e realizzato fa da contraltare a questa struttura, andando a cercare la bellezza proprio nei forti contrasti che vengono a crearsi. Le linee sono morbide e naturali, e questo possiamo notarlo già dal disegno dei sentieri sui fianchi dell’abitazione; questi non sono infatti disegnati con linee rette, ma con curve continue, come se il giardino si fosse ritagliato da solo il suo spazio

Anche gli arbusti e le macchie seguono quest’idea, dando vita ad un ambiente naturale, spontaneo, ma estremamente bilanciato e ponderato

Per questo giardino sono state scelte piante di diverse varietà come gleditsie, iris, gauree, che vanno a mescolarsi con una precisa selezione di graminacee, per dare un effetto di volume, ma anche leggerezza e movimento. L’effetto risultante va a movimentare la stessa struttura della villa, alleggerendo e ammorbidendo le fisse linee geometriche e la pesante e spigolosa costruzione

Le collezioni di piante perenni e graminacee e delle varie essenze sembrano spontanee e naturali, ma sono in realtà frutto di un’attenta selezione, frutto di anni di esperienza; così in ogni stagione dell’anno si può godere di nuovi colori e profumi, di nuove emozioni

Sono state scelte anche essenze apposite per i sottogonna e le zone in ombra, come i bossi di buxus vicino all’ingresso. Le fioriere sono state coperte dalle essenze stesse,mentre i diversi livelli del terreno sono stati portati in pari, sempre per alleggerire la struttura generale

I confini sono stati nascosti dalle macchie, dalle bamboose e dalle piante ad alto fusto, come querce e salici. Nascondere i limiti del giardino contribuisce a farlo sembrare più spazioso e, al contempo, intimo. Rende infatti impossibile vedere le costruzioni vicine, ed ovviamente vedere all’interno della villa

Anche le zone legate all’acqua sono state studiate da Paghera. È stata progettata una vasca ornamentale, che taglia in due il giardino portando un elemento geometrico che si ricollega all’architettura dell’abitazione. Anche la piscina sul retro della villa è geometrica, un disegno bianco e rettangolare che ricalca lo stile moderno della struttura

GALLERY

Residenza
Architettura

DATI PROGETTO

Tipologia: Residenza
Arkitecture ADV Formazione 01 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 03 - 300x250