Centro espositivo tecnologico in Cina. Una Spirale irregolare come un Dna

Exhibition Center, progettato dallo studio WSP Architects, per la Zhengzhou Linkong Biopharmaceutical Park, è la più grande base per la ricerca, lo sviluppo e la produzione di scienze della vita e biotecnologie nella provincia di Henan, in Cina

La carattetistica dell’innovazione, del il suo potenziale all’avanguardia e dell’illimitato sviluppo, sono tutti fattori importanti da considerare per i progettisti. Il passaggio curvilineo funge da asse della vita e collega il nord e il sud del parco. Il centro espositivo, di forma ellittica, il cui design è integrato nel paesaggio centrale, si trova al centro dell’asse. La “stratificazione”, come caratteristica architettonica, ne fanno l’edificio simbolo che precede la costruzione del parco

Insieme al centro congressi internazionale e al centro di incubazione, il centro espositivo costituisce la piazza principale del parco e forma un netto contrasto con i progetti pilota di modulazione quadrata nel nord: l’andamento circolare simboleggia la libertà mentre il quadrato rappresenta la precisione. La modellazione curva, a spirale e irregolare, conferisce al centro espositivo potenza. Il linguaggio architettonico è preso in prestito per rendere omaggio al DNA, il più importante codice sorgente della moderna industria biofarmaceutica

Lo spazio centrale utilizza la struttura a doppia elica, creando così uno spazio verticale combinato con il paesaggio centrale. L’esterno utilizza alette di metallo sospese sulla superficie del mare fino a raggiungere la piattaforma del tetto e l’interno, tutto è collegato in modo organico in serie tramite rampe a spirale che formano percorsi di vita, e creano linee di flusso interne tra i piani

Il primo piano dell’edificio è uno spazio espositivo, la cui ampia area di cortine vetrate a tutta altezza collega le viste interne ed esterne. Il secondo piano è uno spazio ufficio flessibile che soddisfa le esigenze di diversi gruppi di persone; forma una continuità visiva con lo spazio centrale attraverso le partizioni vetrate. La sala da pranzo al terzo piano è il punto più alto dell’intero edificio, e la piattaforma di osservazione esterna offre anche una vista dell’intero parco

Sotto lo sfondo delle grandi facciate continue in vetro, i profili delle persiane realizzati con pannelli in alluminio metallico, danno al centro espositivo un forte senso della tecnologia. Ogni sezione delle feritoie è a forma di “navetta” e la piastra di alluminio perforata viene utilizzata per rendere l’intero edificio più leggero. Ogni feritoia viene ruotata di 30 gradi nella direzione delle spirali e la facciata illuminata e curvata conferisce all’edificio una bellezza ritmata

GALLERY

Azienda e Produzione
Architettura