Edificio ad Atene tra urbano e naturale. L’architettura rispetta l’ambiente circostante

One Kleomenous viene progettato dallo Studio Omniview come risposta ad una nuova maniera di pensare l’architettura, non solo mirata alla funzionalità se non per il suo compito: l’edificio deve armonizzarsi con l’estetica che lo circonda, fondendo urbanizzazione e natura

La più grande responsabilità degli architetti è quella di creare edifici armonici con l’ambiente circostante, sia esso naturale, e quindi non deve invadere la bellezza con forme dure che perforano il paesaggio, sia esso urbano, riconoscendo la modernità intrinseca dei materiali e delle forme contemporanee. Quindi quando un edificio viene costruito sulla soglia tra l’urbanizzazione e l’ambiente naturale, deve armonizzarsi con l’estetica che lo circonda

Deve essere contemporaneo come vuole una costruzione realizzata in città, ma, soprattutto, si deve fondere armoniosamente con la terra e la natura. Questo è stato il caso di One Kleomenous. Gli investitori e gli architetti hanno condiviso l’amore per la bellissima collina del Licabetto, dove sorge l’edificio, e hanno creato una tipologia innovativa. Il suddetto problema di estetica ibrida è stato perseguito attraverso due traiettorie principali: il linguaggio del design e le scelte materiali

Sono stati studiati attentamente il posizionamento, l’orientamento e le funzioni dell’edificio per sviluppare la facciate. All’estremità della città sorgeva, in adiacenza, un edificio  verticale che ha spinto a continuar in questa direzione. Il tessuto urbano ha ulteriormente convinto ad usare stucchi semplici, uno dei materiali più popolari della città. Alla fine della foresta, i volumi dei balconi, quasi toccati dagli alberi e dalle piantagioni, sono stai manipolati geometricamente per adottare le forme fluide della collina

Mentre si cercava l’ispirazione, una vecchia mappa topografica della collina ha attirato l’attenzione. Viene creato un paesaggio in facciata, tra le forme dei balconi,  con volumi che riprendono la topografia, suddiviso in più sezioni

La scelta del marmo Travertino si abbina ai colori delle caratteristiche pietre beige che costituiscono il principale elemento . Il colore della pelle dell’edificio interno è stata accuratamente selezionata per corrispondere al colore del suolo. Le balaustre in vetro sono state scelte per essere più riflettenti e quindi ripetere l’immagine del cielo e degli alberi che le circondano. In generale, la paletta dei materiali dell’intero edificio è stato progettato per riferirsi alla concezione estetica del paesaggio indigeno di Attica, fatto di terra, pietra e cielo

GALLERY

Grecia
Azienda e Produzione
Architettura