Estetica e Movimento. Disegnare la velocità attraverso il corpo e l’aerodinamica

Samotracia non è solo una moto ma un oggetto di Design, concepito da Mario Trimarchi per la De Castelli. In questo gioco stilistico il designer si sfida disegnando la velocità attraverso le forme del corpo e restituendo all’oggetto il senso di adrenalina

La moto è una riflessione sull’estetica del movimento. Il Designer da tempo è impegnato a capire come si disegna la velocità. Ha intrecciato questa ossessione con quella del tempo che passa, che fa parte dei grandi temi della nostra relazione con gli oggetti

Nasce così una moto che sembra muoversi da sola, come fosse creata da fotogrammi in successione. Il disegno segue le forme del corpo sulla moto, restituendo all’oggetto il senso di adrenalinica tensione, fisica e mentale, di chi guida ad alta velocità. Le curve tipiche dell’aerodinamica vengono abbandonate e la carena che nasconde gli intestini dell’ingegneria si frantuma seguendo la logica del time-lapse, interpretazione visiva della velocità

Con il tempo e la naturale ossidazione del rame, che dai toni naturali del metallo vira al verde, l’oggetto si allinea al tempo. La moto sarà completamente ossidata solo dopo cento anni, sarà quindi la nuova generazione a godere della sua veste estetica trasformata: un nuovo paradigma temporale cambia così la percezione della durata dei nostri oggetti

GALLERY